Latest Posts

Biscotti Fattincasa, a sostegno dell'ambiente: #AllOrangoIoCiTengo

By 07:30 , , , , , , , ,



Buondì, alcuni giorni di pausa, un po' voluta, un po' dovuta; i miei soliti periodi di tramutazione sono tornati a trovarmi e con loro tutto ciò che ne comporta. Ve lo dissi mesi fa, sono tendenzialmente lunatica, oscillante oserei dire, ho il cuore ballerino, cambio idee e opinioni in men che non si dica, ho l'animo zingaro, vivo tra il tormento e l'allegria. Ragion per cui, in alcuni periodi di intenso lavoro e impegni personali mi volatilizzo, perdendomi nel mio mondo, fatto di cose semplici, di piccole gioie, di attimi, di emozioni, di relax e di comodità.
In periodi come questi, una cosa che amo tanto fare ogni mattina ad esempio, è prendermi del tempo per me; svegliarmi con calma, leggere un buon libro, accompagnarlo ad una sana colazione e ad un caffè, tutto comodamente a letto.




Così nutro la mia anima di parole e il mio corpo di biscotti, ahahahah!!!
Recentemente ho scoperto dei biscotti nuovi con cui iniziare le mie giornate, sono biscotti senza, il tanto dibattuto, olio di palma. Ad attirare la mia attenzione, non è stata tanto la mancanza di olio di palma tra gli ingredienti bensì il progetto che c'è dietro al ricavato delle vendite di questi prodotti.
Di Leo Pietro Spa, azienda nata ad Altamura nel 1860 e specializzata nella produzione e commercializzazione di prodotti da forno e con sede a Matera, infatti conferma il suo impegno per la sostenibilità e la salvaguardia dell’ambiente.
Per un anno, dal 1° ottobre 2016 al 1 ottobre 2017, la Di Leo ha deciso di sostenere il progetto di salvaguardia ambientale “All’orango io ci tengo” destinando l’1% del ricavato dalla vendita della linea di biscotti Fattincasa fino a un tetto massimo di 50.000 euro.




Un progetto importante, “All’Orango io ci tengo”, che vede la Di Leo impegnata insieme a forPlanet, ONLUS per la conservazione ambientale, ed in collaborazione con Sumatran Orangutan Society (SOS).
L’iniziativa ha il suo epicentro nell’isola indonesiana di Sumatra e si sviluppa al sostegno e realizzazione in una serie di azioni finalizzate a:
  • Salvare, riabilitare e reintrodurre in natura 15 oranghi. Pur essendo illegale uccidere, ferire, catturare o detenere un orangutan come animale domestico, questa pratica si verifica comunque. Il loro habitat, inoltre, è oggetto di deforestazione per fare spazio a strade e nuove coltivazioni e questa specie, una delle più simili all’uomo, è a rischio di estinzione. Con i fondi della Di Leo Pietro Spa si contribuirà al salvataggio, riabilitazione e reintroduzione in natura di 15 orangutan di Sumatra. In particolare, saranno acquistati i mezzi necessari al trasporto degli orangutan (un fuoristrada a 4 ruote motrici e due motociclette) e dei 12 operatori locali per gestire il punto di liberazione e seguire gli orangutan ogni giorno nella foresta. 

  • Recuperare un ettaro di habitat dell’orangutan attraverso la piantumazione di 1.000 alberi. Sumatran Orangutan Society (SOS) e i suoi partner gestiscono dal 2004 progetti di riforestazione a Sumatra. Il loro modello consiste nel creare gruppi di persone appartenenti alle comunità locali per gestire i vivai e ripristinare le aree forestali degradate. 

  • Favorire la conservazione a lungo termine delle foreste pluviali primarie di Sumatra. Con il contributo della Di Leo saranno sviluppate e attuate strategie di tutela a lungo termine degli habitat degli orangutan a Sumatra. In particolare: sviluppo di raccomandazioni al governo indonesiano in tema di opportunità di finanziamento dei progetti di conservazione finalizzati alla tutela efficace e a lungo termine dell’ecosistema Leuser e lancio di una campagna internazionale contro un progetto di sviluppo di dighe che minaccia di distruggere l’habitat naturale per una popolazione di 400 orangutan. Il sostegno di questa iniziativa conferma ancora una volta l’impegno della Di Leo per la sostenibilità ambientale. Già 25 anni fa, l’azienda dimostrò una particolare sensibilità sul tema decidendo di prendere una posizione ben precisa sull’utilizzo dell’olio di palma nei prodotti alimentari. All’epoca, infatti, fu la prima a non utilizzare olio di palma e successivamente è stata la prima a comunicare sia sul pack sia in tv l'assenza di tale grasso.



Al momento io ho scelto le versioni de i "Fattincasa" gusto equilibrato con latte scremato e integrali con crusca, buoni, gustosi e leggeri.
Voi li avete mai provati? Fatemi sapere nei commenti.


Buzzoole

You Might Also Like

7 Comments

  1. Really nice post!


    STYLEFORMANKIND.COM

    RispondiElimina
  2. sounds like a yummy snack.

    http://www.amysfashionblog.com/blog-home/

    RispondiElimina
  3. Anche io vorrei poter fare una colazione così,ma ahimè,sono bloccata tra latte scremato 0%grassi e tre fette biscottate integrali,ma il libro non me l'hanno tolto...e nemmeno il caffè,per la loro sopravvivenza credo!!!Dietologo e mia madre...loro e l'alimentazione sono la mia condanna!!!
    Passando al post...non ho mai provato nulla di questa linea ma devo ammettere che l'idea di aiutare animali come gli orango o animali in genere è carina e molto umana!!
    P.S.Nuovo posta da me,se ti va passa,ti aspetto!
    Baci baci C.
    http://fashionismyonlygod.blogspot.it/2016/10/qualcuno-ha-detto-tulle.html#more

    RispondiElimina